GUARDIAGRELE RIPARTE

I PRIMI PASSI CON OLTRE 100 ATTIVITÀ PRODUTTIVE

| di comunicato stampa
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA
printpreview

*Dopo il primo ciclo di incontri con gli imprenditori Guardiesi emergono
idee condivise e proposte:*

*- Abbattimento della fiscalità comunale*
*- Ampliamento delle superfici esterne da occupare senza alcun onere*
*- Un marchio di qualità e sicurezza per il nostro borgo*
*- Allo studio una campagna di autopromozione*

In questi giorni abbiamo incontrato ambulanti, commercianti al dettaglio,
esercenti della ristorazione e dei servizi alla persona: in tutto oltre 100
operatori della città con i quali abbiamo condiviso le prime misure già
adottate e dai quali abbiamo soprattutto ascoltato richieste, suggerimenti
e proposte.

Al termine di questo dialogo che certamente non finisce, possiamo fare un
primo punto.

La prima esigenza emersa è certamente quella di un alleggerimento della
fiscalità comunale. Allo slittamento della TARI deliberato a marzo e
all'azzeramento della COSAP per i mesi della sospensione, deciso all'inizio
di aprile, andremo a sommare altri benefici economici tra i quali anche
quelli  derivanti dai trasferimenti annunciati dal Governo nella manovra
approvata dal Consiglio dei Ministri. Questi trasferimenti ai comuni, in
una misura che non ancora conosciamo con precisione, si tradurranno in
abbattimenti sulle imposte comunali.

Siamo pronti a consentire, sulla base di una manifestazione di interesse e
raccogliendo dati da parte dei singoli operatori, ad assicurare un
ampliamento gratuito delle superfici da occupare per garantire le misure di
distanziamento sociale stabilite dalle norme e dai protocolli di sicurezza.

Intendiamo, infine, lavorare su un marchio di qualità e sicurezza del
nostro borgo. Guardiagrele si è riconquistato sul campo il ritorno nel Club
dei Borghi più belli d'Italia: per la promozione delle mete turistiche dei
prossimi mesi non partiamo da zero! Al patrimonio che in questi anni
abbiamo ricostruito, aggiungeremo, con la partecipazione di tutti gli
operatori, un marchio di "Città sana e sicura" dove tutte le attività che
lavorano con il pubblico avranno la certificata garanzia della sicurezza.
Oltre alle misure da sempre adottate (ogni esercente era già tenuto al
rispetto di norme e protocolli), e alle prescrizioni dettate per questa
emergenza sanitaria, la città potrà offrire la garanzia aggiuntiva che
viene dall'adozione di misure condivise da tutti e altre sicurezze. E' allo
studo, ad esempio, l'effettuazione di test sierologici agli operatori che
ricevono o sono a contatto con il pubblico a garanzia della loro salute, di
quella dei lavorarori e dei clienti.

Insomma, Guardiagrele riparte con una campagna di autopromozione che
coinvolgerà in prima persona tutti gli operatori e quelli che vorranno
mettersi in gioco per uno spot e per la produzione di materiali di
divulgazione in una campagna pubblicitaria alla quale, man mano che li
incontreremo, si uniranno tutti i protagonisti della città!

Il cantiere è aperto, le idee sono tante e saranno calibrate nel quadro
delle misure nazionali. Nessuna sindrome da annuncio, quindi, ma un
ragionato programma che guarda in modo condiviso al futuro sulla base di
dati certi sui quali prosegue lo studio. E' necessario procedere
speditamente, ma senza decisioni affrettate. Sapevamo delle misure del
governo e, quindi, avevamo idea che non avrebbe avuto senso azzerare
totalmente i capitoli di spesa per la promozione culturale e turistica
senza, per altro, dare grossi benefici agli operatori. Così come non ha
alcun senso pensare di rinunciare ad opere strategiche, come il palazzetto
dello sport, per recupeare fondi che, in questa prima fase, sono messi a
disposizione in entità anche maggiore. La fretta sarebbe cattiva
consigliera e l'ansia di un consenso immediato potrebbe tradursi in mosse
delle quali ci si potrebbe pentire.

Ecco perchè tutto va inquadrato in una prospettiva di più ampio respiro che
intendiamo abbracciare dai prossimi giorni. Infatti, come avevamo detto,
partiranno i primi incontri tematici con gli esperti con un ciclo di
dialoghi sulla città dai quali trarremo spunti di riflessione interessanti.

Il confronto non si interrompe e, nei prossimi giorni, ci sarà un incontro
anche le altre forze vive della città: gli attori culturali e
dell'ambiente; dell'economia e del lavoro e della scuola.

In questo modo la città potrà davvero ripartire!

comunicato stampa

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK