Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Chiusa al Garden la 43a Mostra dell'Artigianato Artistico Abruzzese

Condividi su:

GUARDIAGRELE. Stati Uniti, Corea, Olanda, Gran Bretagna e Lussemburgo. La 43a Mostra dell'artigianato artistico abruzzese ha confermato il boom del 2012 sul fronte della provenienza dei visitatori. L'internazionalità dell'esposizione agostana a Palazzo dell'artigianato ha ieri sera tenuto banco nella cerimonia di chiusura ospitata causa maltempo al cinema-teatro comunale, il Garden, anziché largo Pignatari come è tradizione. Tanto che la 44a edizione nel 2014 potrebbe fregiarsi del titolo ufficiale di "manifestazione fieristica di interesse internazionale", riservato agli eventi che censiscono almeno l'8 per cento di stranieri tra i visitatori. Appassionato il racconto dell'esposizione che ha chiuso ieri i battenti fatto dal presidente dell'ente Mostra, Gianfranco Marsibilio. «E' stato emozionante», ha esordito nel discorso di commiato, «leggere i commenti, e sono molti, di chi ha fatto migliaia di chilometri per scoprire di persona la raffinatezza dell'artigianato-arte d'Abruzzo che abbiamo messo in vetrina quest'anno puntando sulla qualità come mai era avvenuto in passato. Complimenti che parlano dei nostri artigiani come "magnifici", e la Mostra come "un'emozione artistica", non soltanto ci riempiono di orgoglio, ma ci indicano che la direzione intrapresa è quella giusta». Premiati i vincitori del XV Concorso nazionale di arte orafa, il romano Antonello Cristella per i maestri e il monzese Marco Buzzi per gli allievi dei licei artistici. E sono dietro l'angolo novità che puntano a una decisa crescita della popolarità della rassegna partita nel 1970 per riaccendere l'interesse verso gli antichi saperi artigianali allora incalzati dalla concorrenza dei prodotti industriali. «La Mostra», ha annunciato Marsibilio, «diventerà itinerante già dalla fine di quest'anno, quando approderà a Chieti, palazzo De Mayo messo a disposizione dalla Fondazione Carichieti, per l'inizio di un tour con tappe nella nostra regione, quindi in Italia. Per una rincorsa che dovrebbe portarci all'Expo 2015 di Milano». Assente la Regione, per la Provincia c'era l'assessore Donatello Di Prinzio e il sindaco Sandro Salvi per il Comune, tra i maggiori finanziatori dell'edizione 43 dopo la revoca del contributo regionale di 100mila euro che ha costretto a un ridimensionamento degli spazi espositivi. «Ma il presidente della commissione Bilancio dell'Emiciclo, Emilio Nasuti», ha annunciato il presidente, «ci ha chiesto un incontro subito per lavorare insieme alla revisione della legge regionale che dovrebbe facilitare il nostro passaggio da ente a fondazione».

Condividi su:

Seguici su Facebook