Amleto Mariani: “Il barbiere dei giovani italiani” in Australia

Un racconto tra storia, esperienza e sogni

| di Chiara Pirani
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview
Da “Australia: istruzioni per l'uso”, ascoltando l'intervista di Radio SBS, riportiamo le parole di un orgoglio del nostro paese.
 
È proprio l'Australia il Paradiso del “nostro” barbiere Amleto Mariani.
Un guardiese doc diventato, in poco tempo, “Il barbiere dei giovani italiani”.
Ma facciamo un passo indietro.
 
“Sono figlio di artigiani. Posso dire di avere “alle spalle” tre generazioni di barbieri: ho la passione per questo mestiere nel sangue. 
Nel 2012 il desiderio di andare in Australia ha preso il sopravvento.
Sono, poi, tornato in Europa, a Manchester, cercando una sistemazione, ma sentivo che l'amore per l'Australia era troppo forte. 
Così sono tornato nel 2014 con un visto turistico. Lavoravo e studiavo per migliorare il mio inglese, cercando qualcuno che volesse sponsorizzarmi. 
Finalmente ce l'ho fatta e lavoro qui, in un salone, da circa un anno.”
 
Un barbiere, come ai “vecchi tempi”.
 
“I ragazzi, studenti o lavoratori, parlano con me. Mi raccontano le loro storie, un po' come si faceva una volta. La figura del barbiere, in Australia come altrove, sta tornando molto in voga. 
Nonostante questo, però, ci sono molte più scuole per parrucchieri: le acconciature maschili sono state messe un po' da parte.”
 
È bene tornare a rinvigorirle. Amleto non ci ha pensato due volte: pronto per iniziare una vera avventura, ha intrapreso la realizzazione di un sogno.
 
“Ho conosciuto il signore che mi ha sponsorizzato e, dopo un colloquio con i suoi manager, sono entrato a far parte di questo team. 
Il colloquio per un barbiere è particolare: ho aspettato il primo cliente e ho mostrato la mia arte.
L'inglese mi ha sicuramente dato quella marcia in più. All'inizio è stata dura, ma poi ce l'ho fatta.”
 
Sì, ce l'ha fatta. Merito soprattutto della sua creatività?
 
“Il barbiere è un artigiano che lavora con le mani, che si diverte a “giocare” con i suoi attrezzi, a creare. 
Consiglio a tutti di imparare subito l'inglese e di provare quest'esperienza. L'Australia ha posto per tutti, è da provare.”
 
E, infine, frugando tra gli attrezzi del mestiere, c'è qualcosa nel cassetto che ha preso la forma di forbici e rasoio. 
 
“Il sogno di avere un salone tutto mio.”
 
Auguriamo ad Amleto di realizzarlo. In bocca al lupo!

Chiara Pirani

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK