Un altro successo: ottavo posto per un triatleta guardiese

A San Benedetto è anche primo di categoria

| di Chiara Pirani
| Categoria: Attualità
STAMPA

Un articolo un po' diverso.

Per quale motivo? Perché è dedicato a una persona che ne meriterebbe cento, mille, centomila e più, perché potranno leggerlo e apprezzarlo anche gli altri, ma solo tu potrai coglierne il vero significato.

 

Per te, che lo sport ce l'hai nel sangue, ogni ostacolo, ogni barriera che si pone davanti non è mai troppo dura da abbattere, da superare, da sconfiggere.

 

Guardi sempre oltre la difficoltà. Il traguardo è lì, davanti ai tuoi occhi.

Sai benissimo di poterlo raggiungere, e nel più breve tempo possibile.

 

Oggi, ancora una volta, hai dato prova di essere una persona vincente, un pezzo unico.

 

Ottavo assoluto e primo di categoria nella competizione di triathlon che si è tenuta a San Benedetto del Tronto.

 

Il triathlon, quella “cosa” che ormai è diventata parte di te e che ti dà la possibilità di sentirti libero, forte. È questo il modo in cui riesci a esprimere meglio le tue emozioni.

E, soprattutto, riesci a regalarle agli altri.

 

Vederti nuotare è un po' come saperti nel tuo habitat naturale. Sei cresciuto nell'acqua e riesci a muoverti lì dentro meglio che “sulla terra”. Penso che anche i pesci osservino ammirati la tua forza, la tenacia e l'impegno che si cela in ogni bracciata.

 

Pedalare, anche se in un percorso costellato di salite ripide e buche, non ti ha mai spaventato, anzi.

Anche in queste circostanze riesci a dimostrare la forza di un leone.

Sei sicuro di potercela fare e ce la fai.

 

Correre, verso il traguardo o la libertà, ti ha sempre portato grandissime soddisfazioni.

E tu le hai portate a noi.

Guardare le tue gambe che si muovono, veloci come il vento, permette di capire, anche a chi non ha ancora avuto il privilegio di conoscerti, quanta forza d'animo, quanta energia metti in ciò che fai.

 

Niente è mai troppo difficile da raggiungere.

Combatti sempre. Otterrai ciò che desideri.

 

A te, Luca Pirani, mio fratello, scrivo questo articolo.

 

Sii forte che nessuno ti sconfigga, nobile che nessuno ti umili, e te stesso che nessuno ti dimentichi”.

 

Sei il mio numero uno. Ti voglio bene.

Chiara Pirani

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK