Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Abruzzo: via libera ai nudisti

Approvato il progetto legge che riserva apposite spiagge ai naturisti

Condividi su:

La Regione Abruzzo ha approvato il progetto di legge "Valorizzazione del turismo naturista", proposto al Consiglio regionale dal consigliere Riccardo Chiavaroli.

D'ora in poi dunque i turisti avranno piena libertà di usufruire di specifiche zone destinate alla pratica del nudismo.

Come funziona la legge in questione? I Comuni interessati (o qualsiasi altro Ente coinvolto) protranno destinare ai nudisti località marine, lacustri, fluviali ed altre località naturali di demanio pubblico. Idem per quanto riguarda l'individuazione di appositi campeggi e villaggi- vacanze.

Il progetto di legge approvato in Abruzzo conduce la nostra regione alla pari di altri Paesi europei che già da molti anni hanno predisposto strutture ricettive per nudisti. In Italia, ad oggi, le spiagge destinate a tal scopo sono concentrate perlopiù in Emilia Romagna e nel Gargano.

Il naturismo, d'altronde, non è altro che uno dei tanti poli attrattivi del settore turistico. In Italia, una legge nazionale che approvi il nudismo su tutto il territorio nazionale, sarebbe senza dubbio utile a creare nuove opportunità turistiche, attirando inoltre coloro che fino ad ora sono stati costretti, magari, a recarsi all'estero. Proprio per questo, negli ultimi tempi, diverse Regioni del Belpaese hanno avviato procedimenti legislativi in tale direzione.

Sarebbe un notevole passo in avanti, considerando che, secondo le statistiche ufficiali, i naturisti in Italia sono all'incirca 500.000, molti dei quali iscritti a specifiche associazioni.

Condividi su:

Seguici su Facebook