Celle frigorifere industriali o per frutta e verdura: come arredarle?

| di Comunicato stampa
| Categoria: Informazione Aziendale
STAMPA
printpreview

L’arredo delle celle frigorifere industriali o per frutta e verdura, specie se di piccole dimensioni, rappresenta un elemento fondamentale per organizzare lo spazio e sfruttarlo a dovere.

Il ricorso ai giusti equipaggiamenti non solo migliora l’organizzazione dei prodotti, ma garantisce anche una maggiore pulizia e sicurezza dell’ambiente.

Quali sono gli elementi di arredo indispensabili all’interno delle celle frigorifere?

Ecco una sintetica lista.

Pavimentazioni per celle frigorifere

Le pavimentazioni per celle frigorifere esistono in almeno 4 principali varianti: componibili, in resina, in cemento e in vinile.

Le pavimentazioni per celle frigorifere componibili sono in genere realizzate in materiali plastici quali polipropilene copolimero (PPCO) o polietilene lineare a bassa densità (LLDPE). Robusti e versatili, questi pavimenti sono compatibili con l’impiego in ambienti sottoposti a protocolli HACCP e caratterizzati da un elevato livello di igiene, perché semplici da pulire e impermeabili. Disponibili in un ampio range di formati, dimensioni e colorazioni, sono resi sicuri da stampe e disegni antiscivolo.

Le pavimentazioni in resina rappresentano un ulteriore passo in avanti in termini di pulizia e sicurezza sul fronte biologico. Per questa ragione, sono spesso utilizzati all’interno di celle frigorifere che impongono il rispetto di parametri particolarmente stringenti da questo punto di vista.

I pavimenti in cemento sono in genere la scelta d’elezione per le celle frigorifere al cui interno è prevista la movimentazione di merci, materiali e macchinari particolarmente pesanti, che richiedono una superficie in grado di sopportare carichi eccezionali.

Le pavimentazioni in vinile rappresentano un’ultima valida alternativa, indicata sempre nel caso di celle frigorifere che richiedono il rispetto di elevati standard di pulizia. Il vinile può essere applicato direttamente a ridosso delle pareti della cella, creando così un ambiente privo di angoli difficili da raggiungere.

Scaffalature per celle frigorifere

Esistono varie tipologie di scaffalature compatibili con l’impiego all’interno delle celle frigorifere, ciascuna caratterizzata da proprietà che la rende più o meno indicata a seconda della tipologia di prodotti e materiali da conservare.

Le scaffalature in reticolato metallico, di norma realizzate in fil di ferro rivestito di nylon o in filo cromato/nichelato per resistere alla corrosione, sono utilizzati nelle celle frigorifere per la conservazione della frutta e della verdura. Questo, perché garantiscono il ricircolo d’aria garantendo la salubrità dei prodotti.

Una prima alternativa è rappresentata dagli scaffali in alluminio. In genere, l’alluminio è impiegato solo per il telaio, mentre i ripiani sono realizzati in plastica. Questo tipo di modello è indicato per celle frigorifere che richiedono frequenti interventi di pulizia. La leggerezza dei materiali ne agevola infatti lo smontaggio e la rimozione.

Le classiche scaffalature in acciaio inossidabile sono resistenti, durevoli, igieniche e, in generale, la scelta più comune, sebbene non la più economica.

Infine, gli scaffali realizzati in materiale plastico, in genere polipropilene, rappresentano una buona soluzione di compromesso tra robustezza, facilità di pulizia e convenienza dei costi. Al pari delle scaffalatura in reticolato metallico, anche quelle in polipropilene trovano largo impiego all’interno delle celle frigorifere per frutta e verdura.

Tende a strisce in plastica

Le tende a strisce, in genere realizzate in plastica o PVC, sono uno degli elementi di arredo immancabili all’interno delle celle frigorifere. Tipicamente trasparenti e flessibili, per agevolare l’ingresso e l’uscita delle merci e del personale, queste particolari tende vengono collocate in tutti i punti strategici che segnano il confine dell’entrata della cella frigorifera, con un obiettivo ben preciso: ridurre quanto più possibile gli scambi energetici tra ambienti interno ed esterno, evitando così inutili dispendi.

Grazie all’adozione delle tende a strisce, è possibile ridurre anche del 60% gli scambi di calore tra la celle frigorifera e l’esterno, con un evidente risparmio.

Allarmi di sicurezza

Gli allarmi di sicurezza rappresentano un altro immancabile strumento all’interno di qualunque cella refrigerata. La funzione principale di questi dispositivi di sicurezza è molto semplice: permettere al personale che malauguratamente dovesse rimanere intrappolato all’interno della cella di avvisare i suoi colleghi ed essere soccorso. I sistemi di allarme, naturalmente, risultano utili anche per la segnalazione di altri incidenti o danni alla struttura della cella frigorifera.

Sistemi di illuminazione

I sistemi di illuminazione installati all’interno delle celle frigorifere devono tenere conto delle basse temperature presenti all’interno di questi ambienti (che nel caso di farmaci e medicinali, ad esempio, risultano ben più basse di quelle impiegate per la conservazione della frutta e verdura).

La scelta più pratica e conveniente è in genere rappresentata dalle lampade e plafoniere a LED, che garantiscono buone performance in termini di luminosità prodotta anche in presenza di temperature particolarmente rigide.

Comunicato stampa

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK