IL PRESEPE VIVENTE MEDIEVALE A GUARDIAGRELE.

Colori del borgo antico

| di Nicla Catano
| Categoria: Tradizioni
STAMPA
Il 2 gennaio Guardiagrele si trasformerà in un suggestivo scenario per accogliere il «Presepe vivente medievale». Attraverso le musiche, i colori, le scene, le voci dei personaggi si cercherà di riportare nel borgo guardiese l'antico fascino del medioevo. In piazza le leggendarie figure del passato, araldi e monaci, contribuiranno ad animare la centenaria storia di Giuseppe e Maria alla ricerca di una piccola dimora durante il primo censimento degli abitanti della Giudea. Parteciperanno all'evento, realizzato col patrocinio e il contributo del Comune, Fabio di Cocco, noto regista e attore, nonché ideatore dei testi che verranno inscenati e la Universitas Guardiae che formerà il corteo. Già lo scorso luglio il Comune di Guardiagrele aveva ospitato la medievale kermesse dell'amore tra Todora e Lodovico, per questo il presidente di Universitas Guardiae, Rocco Di Prinzio, fa notare «è la Guardia medievale che recita un altro capitolo della sua lunga storia, dopo quella del contrastato e movimentato matrimonio tra messer Lodovico delli Carrari e monna Tedorora de Lisio». All'associazione è stata riconosciuta tutta la sua validità a livello nazionale, tanto da essere stata ritenuta una delle migliori interpreti del passato medievale. Fin ora si contano 5 anni di rappresentazioni, oggi riassunti da Di Prinzio che, come tipografo, ha voluto dare un ulteriore contributo al recupero delle tradizioni passate. Il lavoro editoriale verrà presentato proprio durante questa giornata.

Nicla Catano

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK