Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il tratto SS 81 da Guardiagrele a Casoli: la strada delle frane

Una strada martoriata dai continui smottamenti. Gli autisti sono incessantemente messi alla prova

Condividi su:

Sono poco più di dieci i chilometri che separano il bivio che da Guardiagrele porta alla rotonda che si trova proprio sotto Casoli.

Eppure, nonostante i pochi chilometri, sono tantissime le frane che si incontrano su questo tratto.

La strada in questione è la Strada Statale 81 Piceno-Aprutina, dal Km 173 al Km 185, un tragitto molto frequentato ogni giorno da centinaia tra automobilisti e camionisti poiché, oltre a collegare il nostro comune con la zona del casolano, congiunge il nostro territorio alle zone industriali della Val di Sangro e di Fara San Martino.

Tutto il tratto in questione è sempre stato interessato da dissesti idrogeologici e smottamenti.

Ciò ha reso la già tortuosa e ostica strada ancora più accidentata. Infatti, oltre alle tante e pericolose curve e alle carreggiate non abbastanza larghe, i rischi aumentano a causa dei moltissimi dossi e ostacoli causati proprio dall’instabilità del terreno.

Il 2015 è partito davvero male per il suddetto percorso. Infatti, le lunghe piogge verificatesi nel week-end dal 23 al 25 gennaio hanno provocato due visibili movimenti franosi.

Il primo, di piccola entità, intorno al Km 181 (in zona La Roma di Casoli) e il secondo, relativamente più grave, in contrada Piano Aventino (sotto la grande curva che si trova nei pressi del “Pennese”), sempre nel comune di Casoli.

La prima piccola frana invadeva una porzione di carreggiata; sono stati apposti numerosi cartelli per segnalarla e, dopo tre settimane, è stata finalmente sistemata.

La seconda frana, invece, ha fatto muovere di un paio di metri i gabbioni a sostegno del tratto di strada.

Sono già iniziati i lavori per individuare il punto di origine dello smottamento e per ripristinare la situazione; a causa delle operazioni di messa in sicurezza, l’Anas ha deviato il traffico dei mezzi pesanti e ha apposto il senso unico di marcia sul tratto in questione, regolato da semafori mobili.

Come se ciò non bastasse, mercoledì scorso si è verificato un altro rilevante smottamento in quel tratto di strada, questa volta più vicino a Guardiagrele, intorno al Km 174.

Vista la pericolosità, l’indomani gli operai dell’Anas l’avevano già arginato (la quantità di fango riversatosi in strada era abbastanza consistente e la frana era in curva).

Gli automobilisti pendolari che ogni giorno percorrono quel tratto di strada sperano che tutti i lavori siano ultimati presto e che la strada venga messa in sicurezza.

Tutto lascia però intendere che, a ogni abbondante pioggia, la situazione sarà sempre la stessa, visto l’alto rischio di fenomeni gravitativi in tutta l’area del tratto stradale in questione.

 

 

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook