Autostrada A/14, Di Giuseppantonio ribadisce l'appello alla Società Autostrade: “ non c’è tempo da perdere”

| di Provincia di Chieti - Segreteria del Presidente
| Categoria: Territorio
STAMPA

Nuovi incidenti mortali e maxitamponamenti sulla A14 in questi ultimi due giorni, ad aggiungersi al dramma umano che ha segnato in negativo il mese scorso i caselli tra Lanciano e Ortona, crocevia di disagi alla circolazione che confermano a pieno l’allarme lanciato solo qualche settimana fa dal Presidente della Provincia, Enrico Di Giuseppantonio, sulla necessità di operare interventi sul tratto di autostrada che va da Pedaso a Vasto Sud.
“Ho chiesto più volte la realizzazione della terza corsia sull’autostrada A/14 alla Società Autostrade – afferma il Presidente Enrico Di Giuseppantonio – ma se questa ipotesi non è percorribile, quantomeno si pensi ad integrarla con corsie di emergenza che risultano totalmente assenti in alcuni tratti. Ricordo sempre che parliamo di una direttrice costiera trafficata, tanto più nella stagione estiva, e che di fronte a incidenti importanti il traffico rimane bloccato in entrambe le direzioni di marcia e veicolato, tra l’altro, sulla SS 16 assolutamente inadeguata anche per la presenza di viadotti cui è interdetto il traffico pesante. Il collasso della circolazione stradale è inevitabile e sistematico”.
“Non c’è più tempo da perdere  – conclude il Presidente Di Giuseppantonio – lo dico alla Società Autostrade cui faccio appello di intervenire al fine di  rendere più sicuro il tratto abruzzese dell’A/14, congiuntura non secondaria fra il nord e il sud del Paese”.

Provincia di Chieti - Segreteria del Presidente

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK