Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Psichiatria e Lungodegenza: nessun trasferimento

Trattativa politica Salvi-Caramanico impedisce il trasferimento della Psichiatria e della Lungodegenza

Condividi su:

Il sindaco di Guardiagrele Sandro Salvi e il consigliere regionale di Sel, Franco Caramanico, con un'iniziativa politica congiunta sono riusciti ad ottenere la revoca del trasferimento  della Psichiatria a Chieti e della Lungodegenza a Ortona salvando, così, il Santissima Immacolata dalla chiusura.


L'operazione è stata accelerata dalle dichiarazioni del manager della Asl Francesco Zavattaro, che dava il trasferimento fissato già per i primi di agosto.


Caramanico annota che «lo stesso Zavattaro, in audizione alla V commissione lo scorso gennaio, aveva con chiarezza ammesso che il Santissima Immacolata non costituiva un ostacolo finanziario al risanamento del debito sanitario, un punto di partenza che ci ha rafforzato nelle nostre convinzioni e incoraggiato a proseguire» .


Grazie a questa trattativa politica, Salvi e Caramanico sono riusciti a fermare un'operazione che avrebbe provocato incertezza e disagio  in tutta la sanità teatina, e sono decisi a rafforzare la loro attività per rimediare al sovraffollamento del Clinicizzato e, soprattutto, per il bene del paese e dei cittadini.

Infatti, come osserva Dario Ceregato, vice coordinatore guardiese del Pdl e responsabile cittadino della sanità, «si è agito in nome degli interessi della gente, accantonando interessi e visibilità di partito»

Condividi su:

Seguici su Facebook