Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Notti di San Lorenzo, il saluto alle stelle

Un successo che non è mai “cadente”

Condividi su:
L’ultima notte per guardare una stella ed esprimere come desiderio quello di tornare nel piccolo paese incantato. Appollaiato sotto la montagna apre le sue meraviglie al mondo per tre giorni all’anno. Un evento giunto alla sedicesima edizione e realizzato da tutta la cittadinanza e dalle tante Associazioni culturali delle quali Pretoro può andar fiera. Carovane di turisti, trasportati da bus navetta, giungono all’ingresso del paese ed entrano nel vivo di una festa magica. Un’organizzazione senza eguali per una sagra itinerante tra le più belle d’Abruzzo: artisti di strada, selezionati ed invitati a partecipare, folklore e tradizione. “Giullari del diavolo”, sbandieratori, musici e rievocazioni di scene tradizionali contadine regalate dal coro folkloristico “Touta Marouca”. Gastronomia tipica divisa per contrade, varie le specialità: dalla polenta al sugo o ai profumi di bosco alle tagliatelle al tartufo e funghi, dalla pecora “alla callara”, allo stinco di maiale alla birra entrambi rigorosamente allevati nel Parco Nazionale della Majella. Spostandosi a Piana Pietrangelo e Parrucci per dolci, caffè, amari e cantucci&vino cotto. Per continuare la serata in allegria lungo tutto il percorso, cercando una stella, sorseggiando del buon vino o, per restare i tema, il “siero delle stelle”. L’ultima notte per salutare le stelle fino all’alba: la manifestazione si chiuderà allo “Chalet Mammarosa” con i suoni di Boris Dj.
Condividi su:

Seguici su Facebook