San Martino sulla Marrucina festeggia l’antico Patrono

Rinasce la Festa di San Martino

| di Paola Fava
| Categoria: Gusto
STAMPA
Stemma Comunale di San Martino sulla Marrucina
A San Martino sulla Marrucina, su iniziativa del Comune e della Parrocchia di San Cristinziano Martire rinasce la festa dedicata a San Martino di Tours e si torna a festeggiare quello che sino alla fine del XIX secolo ne era il Santo Patrono. Il nome del paese, infatti, presente in documenti precedenti al 1000 d.C., deriva dall'unione del nome del santo protettore dei cavalieri con quello della Marrucina, strada di origine preromana che si snoda proprio al di sotto del colle dove sorge la cittadina e che conduce a Chieti l'antica Teate, capitale del popolo dei Marrucini. Al Santo si faceva risalire anche l’antico castello edificato in epoca longobarda, la cui fondazione si diceva appartenente a qualche ordine cavalleresco. Con il passare del tempo, però, nella cittadina il culto di San Giuseppe divenne sempre più importante e scalzò definitivamente quello di San Martino, cosi che la sua festa finì nel dimenticatoio. Per ridare lustro e prestigio alla festa dell’antico Patrono si è costituito un comitato spontaneo di cittadini e così da quest’anno rinasce la festa che si svolgerà domenica13 novembre, invece della data storica dell’11, per permettere a tutti di partecipare. La festa presenta un programma ricco e variegato: celebrazione della Santa Messa e processione, un concerto dell'orchestra giovanile "C. Monteverdi” di Ripa Teatina, una tombolata di beneficienza organizzata dal gruppo catechistico martinese e castagne, vino e olio nuovo per tutti!

Paola Fava

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK