CHE NON SIANO SOLO PAROLE

Centro Vaccinale a Guardiagrele

| di MAURIZIO CAMISCIA
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA
printpreview

La comunicazione che l’11 febbraio 2021 compare sulla pagina ufficiale Facebook della ASL 02 Lanciano-Vasto-Chieti porta il titolo “Un punto vaccinale Coronavirus e più diagnostica, gli impegni di Schael per il Presidio territoriale di assistenza di Guardiagrele”.

Mai la ASL di Thomas Schael aveva reso pubblica, in modo così lampante e inequivocabile, un’assunzione d’impegno nei riguardi del PTA guardiese dimostrandosi, anzi, sempre alquanto oppositivo a qualsivoglia proposta o rivendicazione.

Più volte in questi mesi, e fin dal primo insediamento del nuovo Consiglio comunale, il gruppo di minoranza “Guardiagrele per tutti” ha riportato, all’attenzione dell’attuale amministrazione, la necessità di ristabilire un dialogo costruttivo e collaborativo con Regione e ASL di riferimento per far sì che si potessero porre nuove basi per ridare al nosocomio guardiese autorevolezza nella tutela della sanità pubblica. Lo stesso gruppo consiliare ha, in più occasioni, avanzato la proposta di sollecitare la ASL per l’allestimento di un Centro vaccinale anti Sars-Cov-2 presso l’ospedale di Guardiagrele.

E’ ormai evidente come la pandemia abbia portato alla luce i tanti limiti e le significative criticità che lo smantellamento di una rete di servizi sanitari territoriale ha comportato per la gestione di una crisi sanitaria senza precedenti.

Dopo le preoccupazioni, cresciute di giorno in giorno, per l’andamento in crescita vertiginosa dei contagi su buona parte del territorio regionale, il comunicato ASL risulta essere un’ottima notizia, che ci rasserena e gratifica.

Quella di “Guardiagrele per tutti” è sempre stata una proposta nata dal radicato convincimento che bisognasse attivarsi, sul nostro territorio, non solo per arginare il più velocemente possibile il dilagare della pandemia con l’istituzione del Centro vaccinale presso il nostro ospedale, ma anche che lo stesso potesse rappresentare un importante passo verso le molteplici e positive ricadute che avrebbe potuto avere. Non è irrilevante, infatti, riuscire a decongestionare i più centralizzati e grandi presidi ospedalieri di Chieti, Lanciano, Vasto e Pescara né perseguire, al contempo, l’obiettivo reso possibile dalle norme già approvate, di una razionale pianificazione che ridia vita ad un’assistenza sanitaria territoriale ampia, consolidata e davvero efficace.

Trovare un chiaro accoglimento e riscontro nelle decisioni prese oggi dai rappresentanti delle istituzioni, lascia ben sperare nel riconoscimento delle reali esigenze assistenziali del comprensorio e nel corrispondente ripristino e potenziamento dei servizi diagnostici, ambulatoriali, di personale medico e infermieristico del PTA della nostra cittadina.

L’augurio è che il nostro ospedale possa riappropriarsi di una qualità di servizi tale da assicurare a ciascun cittadino, soprattutto se più fragile, il diritto ad una tutela pubblica della salute che da troppi anni, nelle mani del privato, risulta essere precluso ai più.

Elvira Orsini

Maurizio Camiscia

Guardiagrele per tutti

MAURIZIO CAMISCIA

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK