Riapertura delle attività scolastiche nel plesso “Ignazio Silone”

Rinnovato e certificato come istituto green del territorio pedemontano della Majelletta.

| di comunicato stampa
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

Tutto pronto a Roccamontepiano per la riapertura delle scuole di giovedì 24 settembre con il plesso “Ignazio Silone” riconsegnato alla comunità e agli alunni già il 12 settembre scorso alla presenza del Consigliere regionale Fabrizio Montepara e del Commissario alla ricostruzione centro-Italia Giovanni Legnini, già primo cittadino del paese dal 1990 al 2002.

Il taglio del nastro e l'inaugurazione della targa sono state eseguite dagli alunni.
 
La scuola primaria e secondaria di primo grado ha un futuro tutto “green” tenendo conto degli interventi di adeguamento all'efficienza energetica che il Comune ha effettuato programmando il tutto nell’estate appena conclusa.

I lavori di efficientamento è stato possibile grazie ad un finanziamento del MIUR, per conto della Regione Abruzzo ed ha consentito la sostituzione degli infissi, cappotto termico, pompa di calore, nuovi radiatori ad alta funzione per un importo di 260.000,00 euro di investimento.

Quello di Roccamontepiano ha già adeguato dal punto di vista antisismico ( il primo in Abruzzo anno 2018), costruito con rigide disposizioni a partire dal 1991 quando furono poste le fondamenta e le strutture portanti per 200 milioni di vecchie lire a cui sia aggiunsero  nel 1993 un secondo lotto di interventi di 171 milioni di lire per vedere l’apertura delle attività scolastiche nel 1994.

Il 7 ottobre 2000 alla scuola media si aggiunse anche l’elementare a conclusione dei lavori del primo piano e dell’ampliamento della struttura con 400 milioni di lire.

Seguirono altri interventi con pannelli fotovoltaici (2002 il primo ad essere realizzato a Roccamontepiano e nel territorio limitrofo), il Trinum per la produzione di acqua calda , il sistema antincendio, l’abbattimento delle barriere architettoniche con l’attivazione dell’ascensore e la nuova palestra scolastica non 750.000,00 euro (2012).

Nel 2017 la nuova amministrazione ha realizzato la mensa-refettorio, nel 2018 i lavori di pavimentazione con il parquet della palestra e coibentazione sonora della palestra.

Nel 2019 inaugurata l’aula multimediale 3.0 presso la scuola secondaria e con questo intervento la certificazione di scuola sostenibile anche dal punto di vista energetico con l’abbattimento delle emissioni in atmosfera di CO2.A questi interventi si sono aggiunti quella scuola dell’Infanzia, anch’essa adeguata dal punto di vista sismico ed energetico di recente.

Insomma, a dimostrare che investire sulla scuola conviene al territorio sono anche i numeri che garantiscono la tenuta delle iscrizioni, favorite dalle famiglie anche di altre comunità che hanno deciso di mandare i propri figli in questo plesso sicuro, bello ed accogliente e supportato da un corpo docente e personale scolastico preparato e motivato dell'Istituto Comprensivo di Fara Filiorum Petri.

Una vera "Scuola Green" sicura e sostenibile.

La cerimonia si è svolta all’aperto, nel piazzale antistante la scuola alla presenza delle autorità civili e scolastiche distanziati, in sicurezza e con le mascherine.
 

comunicato stampa

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK