SCHAEL NON VUOLE L'OSPEDALE A GUARDIAGRELE

| di Associazione "Salute è Diritto"
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

Lo scorso mercoledì mattina, l'associazione Salute è Diritto, ha partecipato ad un incontro conoscitivo e di confronto con il nuovo direttore generale della ASL 02 Lanciano-vasto-Chieti, presso l'Ospedale SS.  Immacolata di Guardiagrele, alla presenza dell'Assessore alla sanità regionale Nicoletta Veri', del Sindaco Simone Dal pozzo, del consigliere di opposizione Donatello Di Prinzio e della dirigente del distretto sanitario guardiese, dott.ssa Lucilla Gagliardi.

Durante questo incontro, tanto atteso dal nostro sodalizio, viste le gravi problematiche e carenze che affliggono il SS. Immacolata, il Direttore Generale ha mostrato un totale disinteresse e una totale insensibilità alle richieste avanzate dall'Associazione e più in generale, verso le aspettative del nostro territorio sconfessando i progetti portati avanti dall'attuale Giunta Regionale e ignorando quanto richiesto unanimamente dal consiglio comunale di Guardiagrele.

ll Direttore generale ha avuto il coraggio di affermare per ben tre volte, fermamente, la seguente frase: "SE LA STRUTTURA DI GUARDIAGRELE VERRA' RICONOSCIUTA STABILIMENTO DI CHIETI, IO MI DIMETTO, PERCHE' NON E' PER NESSUN MOTIVO NECESSARIA, NE' SERVIBILE".

L'associazione considera le affermazioni del Direttore generale come un vero e proprio affronto ai cittadini del comprensorio di Guardiagrele, nonchè a tutti gli esponenti politici, regionali e comunali, che da tempo lavorano per rispondere alle aspettative dei malati e alle necessità del nostro territorio.

A questo punto, l'associazione ESIGE UNA IMMEDIATA PRESA DI POSIZIONE, CHIARA E SEVERA, RISPETTO ALLE GRAVISSIME AFFERMAZIONI DEL DIRETTORE GENERALE DELLA ASL, DA PARTE DI TUTTA LA POLITICA REGIONALE E LOCALE.

Non è ammissibile , infatti, che il massimo dirigente della ASL sconfessi, cosi apertamente, le scelte di politica sanitaria  inidicate dalla giunta regionale abruzzese, ossia dell'organo prescelto dai cittadini  a programmare e a indirizzare la sanità abruzzese.

Il Direttore della ASL THOMAS SCHAEL non conosce minimamente il territorio della sua ASL ( per la maggior parte montuoso e impervio). Quindi se cosi la pensa, il sodalizio ne chiede le immediate dimissioni dal ruolo che ricopre.

La salute dei cittadini non va mai barattata con niente e nessuno.

Associazione "Salute è Diritto"

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK