Associazione Salute è Diritto: "Se le promesse non verranno mantenute siamo pronti alla mobilitazione"

| di Elena Colasante
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

L'Associazione "Salute è Diritto", sollecitata dai numerosissimi aderenti che ormai superano la quota delle mille unità, ha richiesto ufficialmente la convocazione di entrambi i tavoli di confronto promessi dalla Regione: uno in seno all'Assessorato alla Sanità e l'altro presso l'Agenzia Sanitaria regionale, riguardo la programmazione sanitaria.

 La richiesta è stata inoltrata mercoledì 13 giugno alle segreterie del Presidente della Regione e dell'Assessore alla sanità, Silvio Paolucci.

L'associazione, infatti, è decisa a riaprire il confronto con i vertici regionali forte degli impegni ufficiali assunti sia dalle ASL che dalla Regione allo scorso incontro tenutosi il 19 maggio a Pescara.

<< Le promesse assunte dall'Assessore alla Sanità non devono restare lettera morta ma devono trasformarsi in un impegno preciso e concreto. I nostri aderenti ci spingono ad assumere qualsiasi iniziativa per la tutela ed il rilancio dell'Ospedale di Guardiagrele>>, affermano i membri del direttivo formato da Pietro D'Amico, Mario Scamuffo, Genoeffa Iacovella e Nicolino Liberatoscioli dell'Associazione Salute è diritto.

 <<Attendiamo fiduciosi che l'assessore mantenga le sue promesse e riapra il confronto sul futuro del SS. Immacolata; in caso contrario siamo pronti a chiamare a raccolta tutti i cittadini, partendo dalle centinaia di persone che ci hanno già accordato la loro fiducia. Siamo pronti alla mobilitazione>>.

Elena Colasante

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK