Qualità della vita: 74esimo posto alla Provincia di Chieti

Pesano i tanti furti, l'indice occupazionale e le scarse risorse destinate al tempo libero, specie quello di qualità.

| di Silvia Garzarella
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Prima Bolzano, seguita da Milano e Trento. Anche quest'anno il podio della ricerca sulla qualità della vita nelle province italiane va al Nord.

L'annuale classifica stilata dal Sole 24 Ore ha analizzato la qualità della vita in 110 province italiane tenendo conto di sei aree tematiche:Tenore di vita, Affari e lavoro, Servizi/Ambiente/Salute, Popolazione, Ordine pubblico e Tempo libero.

Determinanti i fattori occupazionali che hanno decretato come peggiore la provincia di Reggio Calabria.

Cattive notizie anche per la provincia di Chieti, bollino rosso per Affari e Lavoro e fanalino di coda anche in materia di ordine pubblico con (per ogni 100.000 abitanti):102 scippi e borseggi, 381 furti in casa, 20 rapine, 14 estorsioni e 207 frodi e truffe informatiche.

Meglio nelle sezioni Tenore di vita e Servizi e Ambiente ma ancora molto indietro il settore Tempo libero dove a fare da contrappeso ai 560 bar e ristoranti per ogni 100mila abitanti ci sono le appena 4 librerie e tre sale cinematografiche.

 

Silvia Garzarella

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK