Al via un nuovo servizio Sociale

| di Elena Colasante
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

Avviato il Servizio Home Care Premium (HCP) a Guardiagrele e nei Comuni dell’Ambito Sociale 27 Maielletta.

Il lavoro che ha portato alla realizzazione del servizio da parte dell’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Guardiagrele è durato circa un anno, durante tale anno si sono svolte tutte le fasi preliminari, dalla domanda all'INPS, alla firma della convenzione tra il Comune di Guardiagrele e l'INPS nel luglio scorso, la pubblicazione, sempre da parte dell'INPS, il regolamento necessario per il recepimento delle domande e l'istruttoria delle pratiche.

“Nonostante il lungo anno ne è valsa la pena perché tra aprile e maggio abbiamo assistito con soddisfazione all'avvio del servizio, per il quale dobbiamo ringraziare tutto il personale che ha collaborato e che si è cimentato con una attività nuova e complessa”, queste le parole dell’assessore uscente ai Servizi Sociali ed al Turismo  Foriano Iezzi.

Si tratta di un progetto nazionale a carico dell'INPS - Gestione ex Inpdap, senza costi per il Comune, che prevede interventi e servizi di assistenza domiciliare a favore di persone non autosufficienti.

Il numero di beneficiari è attualmente pari a 40, ma potrebbe arrivare al limite massimo di 50, a tele scopo è stato da tempo attivato uno sportello dedicato presso l’Ufficio Sociale del Comune di Guardiagrele.

Il progetto Home Care Premium interviene a supporto di anziani e disabili, senza limiti di età, con lo scopo di consentire loro la permanenza al domicilio con interventi economici o con servizi, fornendo nel contempo sostegno alla comunità nell’affrontare e gestire le difficoltà connesse alla non autosufficienza.

I servizi attivati, individuati in base a specifica valutazione del fabbisogno, consistono al momento nella fornitura di assistente familiare, operatore socio-sanitario e ausili. 

Questo sistema di interventi domiciliari amplia il ventaglio di azioni dell’Ente d’Ambito Sociale (Comune di Guardiagrele), non solo incrementando di 40 e oltre il numero delle persone assistite, ma qualificando ulteriormente l’assistenza.

Dichiara ancora l’assessore uscente Floriano Iezzi: “È importante sottolineare che le persone beneficiarie del servizio Home Care Premium devono essere dipendenti o pensionati della gestione ex Inpdap, cioè della Pubblica Amministrazione, o loro congiunti, residenti in uno dei Comuni dell’Ambito, ossia Guardiagrele, Rapino, Pennapiedimonte, Roccamontepiano, Palombaro, Fara San Martino e Pretoro.

L’apparente iniquità derivante da queste limitazioni dipende dal fatto che il progetto è finanziato a livello nazionale con un prelievo dalle retribuzioni dei dipendenti della Pubblica Amministrazione”.

Questo servizio, già attivo da diversi anni in altri territori, viene avviato per la prima volta a Guardiagrele e nell’Ambito Sociale 27 Maielletta.

 

Elena Colasante

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK