Archeologia: incredibile scoperta a Guardiagrele (CH)

Aprile 2015: dall’Egitto a Guardiagrele. Il mite e sorridente paese sulle colline abruzzesi è stato luogo di un incredibile scoperta archeologica.

| di Dario Angelucci
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

La primavera, si sa, è il momento perfetto per fare pulizie. Quale migliore occasione per svuotare cassapanche dimenticate in soffitta, esplorare gonfi scatoloni lasciati a impolverarsi in cantina e ritrovare magari qualche cimelio sconosciuto?

È successo a un ragazzino di 10 anni , in Abruzzo. Il giovane Alexander Miller stava rovistando nella soffitta della sua nuova “residenza estiva”, un vecchio rudere acquistato da poco dai genitori scozzesi, che volevano restaurarlo. Si tratta di una vecchia abitazione, nascosta nelle campagne  di Melone, una frazione di Guardiagrele. Il curioso ragazzo si è imbattuto in un sorta di sarcofago con tanto di geroglifici, antichi intarsi e splendidi arabeschi.

Il reperto, secondo le prime stime degli esperti, ha un’età millenaria! Si tratta di una scoperta sensazionale, infatti l’articolo non risulta figurare in nessun catalogo conosciuto, e la sua valutazione sarebbe inestimabile, “da capogiro”. Si tratta probabilmente di un souvenir che i vecchi e dimenticati proprietari dell’abitazione avevano riportato da qualche viaggio in Nordafrica, inconsapevoli del suo valore.

 

Il Museo delle Antichità Egizie di Torino (che ha da poco riaperto, ed è il più eminente al mondo dopo quello del Cairo) ha già fatto sapere di essere interessato a entrare in possesso dell’inestimabile reperto. 

Dario Angelucci

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK