Il gesto di solidarietà dei Power Francers per il venticinquenne assassinato a Palermo

Il trio guardiese rende omaggio ad Aldo Naro insieme ai ragazzi di Sassari

| di Adriana Fantini
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

L’Italia intera è rimasta sconvolta di fronte a ciò che è successo a Palermo nella notte di venerdì 13 febbraio, quando Aldo Naro, giovane venticinquenne nisseno, è stato brutalmente ucciso con un calcio alla nuca presso la discoteca «Goa».

Tanto è stato lo sgomento per la morte di Aldo e per i futili motivi che l’hanno coinvolto nella mortale rissa: era una festa di Carnevale, molti erano in maschera, qualcuno per scherzo ruba un cappello dalla testa di un altro, si alterano gli animi, si alzano le mani e, nel caos più totale, una persona perde la vita.

Niente di più terribile.

Lo sgomento è stato tanto più grande per i nostri compaesani Power Francers, il gruppo musicale composto da Caterina Di Sciascio, Davide Di Martino e Antonio Pelusio. Il trio guardiese è rimasto sconvolto più di altri di fronte a ciò che è accaduto. Questo perché erano appena usciti da quella discoteca.

Infatti, ospiti della serata al «Goa» di Palermo, i Power Francers si erano esibiti da poco nella loro performance musicale e, nel giro di qualche ora, si sarebbe poi verificata la rissa che avrebbe portato all’uccisione del giovane.

Nessuno poteva immaginarlo, tantomeno i Power Francers che, dopo aver appreso la notizia, hanno subito postato su Facebook parole di sdegno e dispiacere per quanto avvenuto:

Siamo tutti e tre tristi e sconvolti per quello che è successo ieri dopo la nostra performance a Palermo. Viviamo sempre il nostro lavoro come un momento di festa, di amore e di gioia. Non sappiamo come e per quale motivo è successo quello che è successo ma un ragazzo della nostra età che perde la vita per qualche futile motivo (qualsiasi motivo è futile di fronte alla vita stessa) ci crea un vuoto dentro incolmabile. Siamo vicinissimi alla famiglia e ai cari del ragazzo. Oggi non è una bella giornata.” 

La solidarietà dei tre ragazzi nei confronti di Aldo ha avuto poi seguito durante la loro performance di martedì sera al «Sergent Club» di Sassari.

Infatti, sul profilo Facebook dei Power Francers, è apparsa oggi una foto in cui Davide, uno degli elementi del gruppo, tiene in mano un cartello con scritto “Io sono Aldo Naro” in stile “Je suis Charlie Hebdo” e dove compaiono molti dei ragazzi presenti alla serata sassarese con in alto le luci dei loro accendini e telefonini, a simboleggiare la loro “presenza virtuale” alla fiaccolata organizzata ieri a Palermo nel ricordo del ragazzo.

Queste le parole dei Power Francers: “L’abbiamo fatto per noi perché in discoteca non si muore! L’abbiamo fatto per tutti i ragazzi! Perché dove si va per divertirsi non si può rischiare che possa essere un’andata senza un ritorno! L’abbiamo fatto per chi ha visto… perché parli.

L’abbiamo fatto per PALERMO, perché per colpa di un VILE ASSASSINO viene infangata un’intera città, un intero popolo di persone pulite, stupende, eccezionali, che una cosa del genere nemmeno potrebbero mai immaginarla. L’abbiamo fatto per l’ASSASSINO…che non merita nemmeno una parola. Ma sopra ogni cosa l’abbiamo fatto per te ALDO! Per te che sarai per sempre il più importante del nostro pubblico, per te che sei venuto per divertirti, per te che eri li esattamente come noi, per te che potevamo essere noi, per la tua famiglia, per i tuoi amici, per la tua ragazza. Fisicamente non potremo essere alla fiaccolata ma grazie ai ragazzi di Sassari abbiamo alzato mille luci solamente per te. NOI NON TI DIMENTICHEREMO MAI. LO GIURIAMO MAI. Caterina, Antonio e Davide.”

Intanto ieri il colpevole si è costituito alle forze dell’ordine, è un ragazzo di soli diciassette anni. Nessuna parola è più in grado di descrivere la tristezza di quanto accaduto.

 

Adriana Fantini

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK