Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Chi abbandona un cane lo condanna

Condividi su:

A volte cedere all’entusiasmo di un momento può portare poi a compiere gesti degradanti.

Nella mattinata di domenica 18 gennaio sono stati ritrovati tre cuccioli di cane femmina abbandonati sul ciglio della strada che da San Biase porta a San Domenico, precisamente nel posto in cui ogni estate si svolge la Sagra della Trebbiatura.

I cuccioli, di circa 2 mesi e di taglia medio-piccola, sono stati ritrovati all’interno di uno scatolone natalizio infreddoliti, bagnati, affamati e spaventati.

Dopo un primo controllo sul posto, sono stati accuditi a casa di una famiglia che li sta momentaneamente ospitando in attesa di adozione, per fortuna uno di essi è stato già adottato.

In Italia l’abbandono dei cani è vietato ai sensi dell'articolo 727 del codice penale che al primo comma recita: "Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro."

Oltre che violare la legge, chi abbandona un animale compie un atto crudele ed incivile, inclassificabile ed ingiustificabile che di conseguenza porta ad un aumento del randagismo.

Qualora non venissero trovate delle famiglie che hanno una reale intenzione di adottare i due cuccioli rimasti, si dovrà procedere per l’inserimento all’interno del canile comunale.

Condividi su:

Seguici su Facebook