Carenza Idrica: Di Prinzio e la Sasi promettono nuovi interventi di manutenzione

Il Comitato: prima di cercare nuovi pozzi è opportuno sistemare la rete preesistente

| di Francesca Mascioli
| Categoria: Attualità
STAMPA

Interruzione del flusso idrico concentrata soprattutto nelle giornate del lunedì e mercoledì.

Questa l'attuale situazione nel comprensorio urbano servito dall'acquedotto dell'Avello.

Causa della sospensione i lavori di manutenzione attuati su alcuni punti critci della rete idrica.

Si sta infatti procedendo all'installazione di nuove apparecchiature  utili al controllo della portata d'acqua, al fine di evitare dispersioni.

Questo quando spiegato dall'assessore Donatello Di Prinzio, che nei giorni scorsi ha pubblicamente posto le proprie scuse ai cittadini colpiti dai disagi.

Di Prinzio, quale responsabile della Sasi per il comprensorio di Guardiagrele, ha inoltre tenuto ad informare l'utenza che sono in corso ispezioni lungo l'intera struttura, al fine di redarre un quadro completo delle perdite e dei regimi di portata dell'acquedotto.

Le dichiarazioni dell'assessore comunale giungono in risposta alle lamentele dei cittadini, che sono stati ripetutamente privati del servizio idrico per diverse ore nel corso dei suddetti giorni.

Circostanza, questa, che lo scorso sabato ha spinto il Comitato Civico per l'acqua, i cittadini e le associazioni locali a riunirsi ed incontrare i dirigenti della Sasi, l'Amministrazione Comunale guardiese e altri sindaci del comprensorio.

Ne è scaturita la proposta di un eventuale collegamento della rete idrica Sasi a quella gestita dall'Aca in località Bocca di Valle.

In questo modo gli scompensi dell'Avello verrebbero colmati da nuovi pozzi, alcuni dei quali realizzabili anche nei pressi del comune di Rapino, in località Forcatura, dove si sta valutando il ripristino delle sorgenti.

Nei confronti di tale prospettiva, dalle file del Comitato provengono osservazioni su come, piuttosto, sia opportuno dapprima ovviare al problema della manutenzione dell'Avello e della sorgente Mucchia, e solo in seguito avviare la ricerca di  nuovi pozzi.

Terremo aggiornati sugli sviluppi.

 

Francesca Mascioli

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK