Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Rischio terremoti per Guardiagrele

Progetto Stoccaggio gas. Informiamoci!!!

Condividi su:

Non riusciamo proprio a stare tranquilli, neanche nel nostro piccolo paese!

Potrebbe essere un angolo di paradiso, ma purtroppo c’è sempre qualcuno pronto a minare il nostro ambiente, che si tratti di aria, acqua o terra!

Questa è la volta dei terremoti. Guardiagrele sarebbe esposta al moltiplicarsi di tale rischio a causa di un progetto di stoccaggio gas nel nostro sottosuolo e in quello di numerosi paesi della provincia di Chieti.

Non stiamo dando i numeri, anzi:

-157 sono i milioni di mc di gas che saranno immessi nel sottosuolo, in pressione d'estate e pompato in superficie in inverno.

-19 sono i comuni entro un raggio di 10 km dai pozzi di re-iniezione;

-7 sono i comuni che si trovano a meno di 5 km da questi pozzi e GUARDIAGRELE E’ UNO DI QUESTI!

- Circa 100.000 le persone  che vivono in quest'area;

- 3 è la Magnitudo sulla scala Richter che il progetto prevede di non superare durante l’attività di esercizio dello stoccaggio. Come se un terremoto, anche superiore sia controllabile “a posteriori”.

Il Ministero dell'Ambiente il 19 giugno scorso ha rilasciato la Valutazione di Impatto Ambientale con esito positivo dando il via libera alla società Gas Plus Storage S.r.l., lo stesso Ministero dell'Ambiente ricorda comunque nel Decreto che il territorio in questione è classificato come “a massimo rischio sismico”, ossia siamo in piena zona 1.

Non sembra una contraddizione in termini?

Giovedì 24 luglio alle ore 20.30 presso l’Auditorium Comunale Teatro Del Giardino a Guardiagrele

parleremo di questo e molto altro insieme ad Augusto De Sanctis del “Forum Abruzzese dei Movimenti per l’Acqua” e ad Alessandro Lanci all’associazione “Nuovo Senso Civico”.

Avremo l’importante presenza del Vice Presidente della Regione Abruzzo, l’Avv. Lucrezio Paolini e sono invitati a partecipare anche tutti i sindaci dei paesi coinvolti  (Guardiagrele, Casacanditella, Fara Filiorum Petri, S. Martino Sulla Marruccina, Filetto, Orsogna, Bucchianico, Arielli, Ari, Canosa Sannita, Poggiofiorito, Villamagna, Giuliano Teatino, Vacri, Crecchio, Roccamontepiano, Rapino, Pretoro, Casalincontrada e Chieti) e alcuni si stanno già muovendo con i ricorsi, insieme al presidente della Provincia e esponenti regionali interessati.

 

Vi aspettiamo, perchè L’INFORMAZIONE E’ LA NOSTRA FORZA!

 

Inka Zulli co-fondatrice del

 

 COMITATO PER LA QUALITA' DELLA VITA A GUARDIAGRELE

Condividi su:

Seguici su Facebook