Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Dal Consiglio Regionale: presunti rapporti tra Regione e cliniche private

Caramanico:"Chiodi fa orecchie da mercante "

La Redazione
Condividi su:
"In merito ai rapporti tra la Regione Abruzzo e le cliniche private, il commissario straordinario alla sanità Gianni Chiodi continua a fare orecchie da mercante e a ignorare le sentenze del Consiglio di Stato sulla riduzione dei tetti di spesa e le tariffe, criteri sui quali era stata impostata la politica amministrativa in magteria di sanità da parte della precedente giunta di centro sinistra. E come ignora il Consiglio di Stato,il Commissario Chiodi continua ad evadere le prescrizioni sul piano di appropriatezza dei ricoveri, preferendo stringere accordi e portare avanti una politica arbitraria che rifiuta il confronto con il Consiglio regionale. Spiega Caramanico - "Da mesi abbiamo chiesto a Chiodi di permettere la visione dei documenti relativi a queste vicende, ma sia lui che il subcommissario Baraldi hanno ignorato quella che è una legittima richiesta. D’altra parte la politica di risanamento di Choodi sia solo di facciata lo dimostra l’aumento vertiginoso della mobilità passiva. Allo stesso modo i ritardi nella firma dei contratti con le cliniche private possono arrecare gravissimi danni a questa Regione, aprendo il varco a possibili contenziosi. Ma siamo decisi a non lasciar correre e ad impegnarci per quanto possibile per evitare che Chiodi porti questa regione sull’orlo del baratro".
Condividi su:

Seguici su Facebook