Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A spasso con la bevanda degli italiani

Chi è e come è arrivato tra noi

Condividi su:
Come ogni anno le cantine d’Italia lasciano librare le deliziose fragranze del vino delle nostre terre. Questo sabato in Abruzzo è “Cantine Aperte”, straordinario evento col quale si rinnova l’amore per la bevanda che ci distingue nel mondo: il vino, miscela dalle mille proprietà che incanta e delizia i sensi. La sua coltivazione ha origini antichissime. La parola vino deriva dal sanscrito vena, ossia amore. Dalla stessa parola deriva il nome latino Venere, la dea Afrodite. Per i greci e i latini il vino era l’unica arma in grado di superare la vergogna e rinforzare il piacere dell’amore. Famosi poeti antichi come Alceo e Ovidio ne trassero ispirazione per comporre odi e canti. Nella società greca la produzione del vino veniva considerata un’arte ma anche un simbolo di cultura e civilizzazione. Essenziale nei rituali simposiaci, il vino era protagonista di questi momenti conviviali in onore di Bacco, dio del vino, durante i quali si dibatteva di cultura e di filosofia. La coltivazione del vino in Italia fu introdotta dagli etruschi e fu ampiamente diffusa durante l’Impero Romano. Il vino a quei tempi aveva però caratteristiche differenti: più dolce al gusto e meno raffinato. Le bottiglie di vetro e i tappi di sughero furono introdotti solo nel XIX secolo . Oggigiorno alcune aziende impiegano tappi di silicone ma il sughero continua a essere considerato segno di eleganza e tradizione. Solo piccoli accenni di storia per ricordare un prodotto che ha le proprie radici nel territorio italiano e che, di anno in anno, conquista consenso e apprezzamento da parte del mondo intero. Il vino è una delle ricchezze più apprezzate d’Abruzzo che, anche quest’anno, vi sorprenderà con un’esposizione variegata e di qualità certificata. L’unica cosa da fare e scegliere il vostro percorso selezionando le cantine diffuse nel territorio e lasciarvi tentare dal gusto, l’aroma e i colori brillanti del vino.
Condividi su:

Seguici su Facebook