Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Sabato 28 Maggio il Solenne Pellegrinaggio Pollutri-Casalbordino

Per iscrizioni e informazioni ci si può rivolgere a "Piante e Fiori Tinari"

Condividi su:
Sabato 28 Maggio 2011, per il 17esimo anno consecutivo, si svolgerà il solenne Pellegrinaggio da Pollutri a Miracoli di Casalbordino. L'arcivescovo Bruno Forte ha intitolato l'evento religioso "Maria Madre dei sacerdoti". Il percorso rievoca il cammino di Alessandro Muzio del 10 Giugno 1576, festa di Pentecoste. Nel pomeriggio si era scatenato un violentissimo temporale per tutto il territorio di Casalbordino e di Pollutri. Un temporale davvero eccezionale dal momento che, per attestazione della stessa Maria Vergine, il Suo Figliuolo per i peccati dei cristiani aveva determinato di distruggere il mondo con grandine e tempesta. Il giorno seguente Alessandro Muzio, che aveva in Contrada Pian del Lago di Casalbordino un piccolo podere seminato a grano, volle recarsi al campo per controllarne i danni subiti. Partito da Pollutri e giunto in territorio di Casalbordino sentì il suono delle campane annunziare l'Elevazione della S. Messa, e "riconoscente a Dio "s'inginocchiò" per adorare Il Santissimo Sacramento". Pregava con fervore quando, in mezzo ad uno splendore che vinceva di gran lunga quello del sole "una donna cui Dio stampò sulla virginea fronte il raggio della Sua inarrivabile bellezza", tutta spirante "grazia e misericordia" così gli disse: "Deh, mio devoto, non dubitare; sappi che iersera il mio unigenito Figluolo pei molti peccati che si commettono quotidianamente dai cristiani aveva determinato di distruggere tutto il mondo con grandine e tempesta" sopraggiungendogli: "Vai pure allegramente nel tuo campo che non v'è danno veruno; torna poi, e dì al tuo Arciprete a non far profanare i giorni festivi, che per tale causa alle volte il Figliuol mio manda sulla faccia della terra grandine, tempesta e venti nocivi". Detto questo la Madonna disparve ed il luogo dell'Apparizione rimase completamente asciutto mentre tutt'intorno rimasero acqua e fango, così pure il podere del Muzio rimase asciutto e senza danno alcuno a differenza dei campi confinanti che rimasero totalmente distrutti. Tali condizioni del terreno del Muzio e del luogo dell'Apparizione furono constatati da centinaia di testimoni e delle Autorità Ecclesiastiche. Ed è proprio su questo terreno che fu costruita una Chiesetta poi trasformata in Santuario e poi ancora nell'attuale complesso edilizio inaugurato nel 1962, che hanno richiamato da sempre immensa devozione e continui pellegrinaggi, anche per moltissime grazie ricevute. E' previsto l'arrivo di circa 5.000 fedeli. Il corteo partirà alle 17 dalla piazza principale di Pollutri dove sarà predisposto un servizio di accoglienza organizzato dal monsignor Camillo Cibotti, Vicario generale della diocesi, con sedie, panche ed ombreggi in collaborazione con il Comune di Pollutri. L'arcivescovo Forte guiderà il pellegrinaggio insieme al sindaco di Casalbordino Remo Bello, al sindaco di Pollutri Nicola Benedetti e ad altre autorità locali. L'arrivo a Miracoli è previsto per le 20 circa. Seguirà la Santa Messa, officiata da monsignor Bruno Forte che leggerà il decreto papale nel quale si eleva il Santuario a Basilica Inferiore. Sarà attivo, nel pomeriggio, un servizio bus navetta gratuito tra il santuario e Pollutri, dalle 15.30 alle 16.45, per permettere, a tutti coloro che lo vorranno, di lasciare la propria auto nei parcheggi previsti vicino al santuario e di raggiungere Pollutri per partecipare al pellegrinaggio. Per informazioni è possibile rivolgersi a Davide Desiati, incaricato della segreteria organizzativa, al numero 347/3924383. Anche Guardiagrele si sta organizzando per partecipare al pellegrinaggio. Entro oggi è possibile rivolgersi a “Piante e Fiori Tinari” presso Largo Pignatari, per iscriversi e lasciare la quota di partecipazione di 15 euro. La partenza da Guardiagrele è prevista alle 15 da Piazza Garibaldi il giorno 28 Maggio.
Condividi su:

Seguici su Facebook