L'Epifania tutte le feste porta via!

| di Stefania Scogna
| Categoria: Tradizioni
STAMPA
printpreview

La Befana è, nell'immaginario collettivo, un mitico personaggio con l'aspetto di una vecchietta, che porta doni ai bambini buoni la notte tra il 5 e il 6 gennaio. L'origine di questa festa si perde nella notte dei tempi: discende, infatti, da tradizioni magiche precristiane e, nella cultura popolare, si fonde con elementi folcloristici e cristiani. La Befana porta i doni in ricordo di quelli offerti a Gesù Bambino dai Magi. L'iconografia è simile un pò dappertutto: un gonnellone scuro ed ampio, un grembiule con le tasche, uno scialle, un fazzoletto o un cappello a punta in testa, un paio di ciabatte consumate. Vola sui tetti a cavallo di una scopa e ai più cattivi lascia un po' di carbone come punizione per le malefatte dell'anno passato. La Befana porta i doni in ricordo di quelli offerti a Gesù Bambino dai Magi. Ma chi sono questi magi? Uomini in ricerca. Uomini che hanno ricevuto un segno all’interno della loro esperienza di scrutatori del cielo. Non indugiano e lasciano le loro sicurezze per mettersi in cammino, alla ricerca di quel Bambino nato in una mangiatoia. Pensiamo ai miracoli come eventi etremamente eclatanti e non ci rendiamo conto dei tanti segnali che passano e non cogliamo. O anche se li cogliamo, non abbiamo subito quella prontezza nel rispondere come i Magi. I Magi in quella notte hanno seguito una stella che li ha guidati lungo il cammino. Questo sta a simboleggiare che non ci sono confini per il Vangelo. Nessuno, dunque, è escluso dalla buona notizia della nascita di Gesù. Nessuno, perciò, si consideri troppo lontano o distante dal Signore. Buona Epifania a tutti!

Stefania Scogna

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK