Conclusa la 1ª edizione della Selezione Internazionale dei Vini da Pesce

Successo internazionale per le etichette abruzzesi! Ben 6 medaglie e 36 diplomi di merito, il bottino per i vini d’Abruzzo.

| di Barbara Lanci
| Categoria: Gusto
STAMPA

Chieti - La 1ª edizione della Selezione Internazionale dei Vini da Pesce registra un eclatante risultato per l’enologia abruzzese! Le sue etichette, infatti, hanno conquistato ben sei medaglie, due delle quali del metallo più prezioso.

Si aggiudicano la medaglia d’oro, nelle rispettive categorie, l’azienda agraria Terzini di Do-menico Terzini di Tocco da Casauria (PE), con il Cerasuolo D’Abruzzo DOC “Terzini” 2011, e la Farnese Vini srl di Ortona (CH), con il Colli Aprutini IGT Passerina “Casale Vecchio” 2011.
Due le medaglie d’argento, conquistate rispettivamente dall’azienda vitivinicola Strappelli Guido di Torano Nuovo (TE), con il Colli Aprutini IGT Pecorino “Soprano” 2011, e dalla cantina Colle Moro soc. coop. agr. di Frisa (CH), con il Cerasuolo d’Abruzzo DOC “Club” 2011. Bronzo invece per due etichette dell’Olearia Vinicola Orsogna sca di Orsogna (CH): il Cerasuolo d’Abruzzo DOP “Mallorio” 2011  ed il Terre di Chieti IGT Rosato “Mallorio” 2011.

Ma non finisce qui! Alle etichette abruzzesi, infatti, sono stati assegnati anche ben trentasei diplomi di merito: un eccellente risultato collettivo che conferma l’alto livello qualitativo complessivo del comparto vitivinicolo di questa regione.
Oltre 600 i campioni in concorso, presentati da 303 aziende in rappresentanza di dieci nazioni: Albania, Australia, Belgio, Francia, Germania, Grecia, Portogallo, Romania e Slovenia, oltre all’Italia, naturalmente.
Per tre giorni, nella splendida cornice della Riviera del Cònero, nelle Marche, si sono svolti i lavori della giuria internazionale, composta da 35 membri, tra enologi e giornalisti, provenienti da 15 Paesi.

In totale sono state assegnate 32 medaglie, con una prevalenza dell’Abruzzo che se ne aggiudica addirittura 6, due delle quali del metallo più prezioso. Doppia medaglia d’oro anche per i vini tedeschi che, nel medagliere generale, registrano ben cinque riconoscimenti. Da segnalare, inoltre, l’affermazione di Slovenia e Portogallo, che conquistano un bronzo a testa.
Lombardi e Veneti vincono tre allori ciascuno, uno dei quali d’oro. Medaglia d’oro e di bronzo per i Marchigiani, seguiti da Sardi e Trentini, con un argento ed un bronzo a testa, mentre i Romagnoli si aggiudicano un solo riconoscimento, ma del metallo più prezioso. Infine, Friuli e Calabria conquista-no, rispettivamente, una medaglia d’argento ed una di bronzo.

Complessivamente sono stati selezionati 406 vini, pari al 67% di tutti quelli presentati. Ai vini che hanno conseguito il punteggio complessivo di almeno 80 centesimi, corrispondenti all’aggettivazione “ottimo” in base al metodo di valutazione dell’Union Internationale des Oenologues, è stato assegnato il diploma di merito.

È questa la sintesi dei risultati espressi dai componenti delle commissioni giudicatrici che, in totale, hanno compilato 4.228 schede, attribuito 59.983 giudizi parziali ed utilizzato ben 4.500 bic-chieri. Un lavoro imponente, realizzato con la collaborazione tecnica dell’Associazione Enologi Eno-tecnici Italiani, mentre il servizio è stato garantito dai sommeliers dell’A.I.S.
Considerata dagli addetti ai lavori uno tra i più significativi eventi di settore, ad oggi la Sele-zione è l’unico unico concorso internazionale riservato a vini bianchi, rosati e spumanti di qualità tra quelli che godono dell’approvazione del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Un’indubbia occasione di confronto e visibilità per i produttori italiani che intendono competere sui mercati internazionali.

Notevole soddisfazione, per questi risultati, è stata espressa da Alberto Mazzoni, direttore di I.M.T.-Istituto Marchigiano Tutela Vini che organizza il concorso in collaborazione con la Camera di Commercio di Ancona, e con il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Ancona, Comune di Ancona e A.S.P.eA.-Azienda Speciale della Camera di Commercio di Ancona per lo sviluppo della pesca e dell'agricoltura.
 

Barbara Lanci

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK