Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

È possibile tagliare drasticamente le bollette

Studio pubblicato dall’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile

Condividi su:

Il caro energia, il vertiginoso aumento delle bollette di luce e gas, sta animando il dibattito pubblico e certamente non fa dormire sonni tranquilli a famiglie e imprese. Scuole, Comuni, attività economiche, cittadini si stanno interrogando su cosa ci attende nei prossimi mesi e fortissimi sono i timori per le stangate in arrivo. Il governo Draghi sta predisponendo un piano nazionale di contenimento dei consumi, soprattutto del gas le cui scorte subiranno una significativa riduzione quest’autunno. 

Un piano che fa riferimento anche a studi dell’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, l’ENEA. Che, mentre è in via di predisposizione il piano di contenimento governativo, ha pubblicato una serie di indicazioni pratiche per i cittadini. 

Venti sono i punti proposti dall’ENEA, 10 consigli riguardano l’uso efficiente del riscaldamento (Decalogo riscaldamento) e altri 10 l’uso ‘intelligente’ dell’energia:

-Utilizzare lampadine a risparmio energetico

-Migliorare la coibentazione dell’abitazione

-Isolamento di tetto e soffitto

-Utilizzare serramenti a doppi vetri

-Ridurre l’utilizzo di acqua calda

-Preferire apparecchi elettronici di classe energetica superiore

-Utilizzare le ciabatte multi presa

-Non lasciare la luce accesa inutilmente

-Realizzare impianti di generazione di energia rinnovabile

-Effettuare la manutenzione degli impianti

-Controllare la temperatura degli ambienti

-Fare attenzione alle ore di accensione dei riscaldamenti

-Schermare le finestre durante la notte

-Evitate ostacoli davanti e sopra i termosifoni e non lasciare le finestre aperte a lungo

-Fare il check-up dell’immobile

-Dotare il proprio impianto di una centralina di regolazione della temperatura

-Utilizzare valvole termostatiche

-Utilizzare un sistema di contabilizzazione del calore

-Sostituire la caldaia esistente con una caldaia a condensazione

-Sbrinare regolarmente frigoriferi e congelatori

 

È possibile, sottolinea l’ENEA, “risparmiare quasi 2,7 miliardi di metri cubi di gas metano e ridurre la bolletta delle famiglie di circa 180 euro/anno, grazie a un insieme di misure nel settore residenziale”. Tra le misure consigliate dall’Agenzia “l’abbassamento di 1 °C dei termostati, dai 20° abituali a 19° per ottenere un risparmio medio nazionale del combustibile per riscaldamento domestico del 10,7%” mentre “la riduzione di un’ora al giorno dell’accensione può contribuire ad una diminuzione del 3,6% del consumo”. “Aggiungendo anche la riduzione di 15 giorni del periodo di accensione, il risparmio può arrivare al 17,5%, pari a circa 2,7 miliardi di metri cubi di gas (1,65 miliardi dalla diminuzione di 1°C e 550 milioni dalla riduzione di un’ora giornaliera)”, l’attuazione di queste proposte “possono originare un risparmio complessivo, calcolato ai prezzi attuali, di 178 €/anno per famiglia”. 

“L’utilizzo delle pompe di calore elettriche già installate per il condizionamento estivo anche per il riscaldamento invernale, la riduzione dell’uso del gas per acqua calda sanitaria e cucina, il minor consumo di energia elettrica grazie a un uso migliore degli elettrodomestici possono portare ad un risparmio di 3,6 miliardi di metri cubi/anno” evidenzia lo studio dell’ENEA e “ulteriori 0,4 miliardi possono essere risparmiati con la sostituzione di elettrodomestici e climatizzatori con modelli ad alta efficienza e l’installazione di un’illuminazione a LED”. 

 

 

 

Nella foto il presidente di ENEA Dialuce, fonte sito web ENEA

Condividi su:

Seguici su Facebook