Partecipa a GuardiagreleWeb.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Marzo è il mese di Modesto": per tutto il mese Guardiagreleweb dedicherà a Modesto Della Porta una serie di approfondimenti.

Non solo le poesie ma anche le persone che in un modo o nell'altro si sono intrecciate con la storia del più noto poeta guardiese.

Condividi su:

Marzo è il mese di Modesto Della Porta (21 marzo 1885 - 23 luglio 1938), il poeta-sarto che ha cucito in versi pezzi di storia delle nostre tradizioni e delle persone che prima di noi hanno popolato Guardiagrele.

In occasione di quello che sarebbe stato il suo 131° compleanno, Guardiagreleweb ha scelto di pubblicare una serie di approfondimenti che per tutto il mese di marzo ricorderanno la figura di Modesto non solo con le sue poesie ma anche attraverso i luoghi e le persone che in un modo o nell'altro, nel corso degli anni, si sono legati a lui.

Prima di iniziare, come nella maggior parte delle raccolte di poesie a lui dedicate, riportiamo integralmente la più celebre delle composizioni di Modesto Della Porta: «Serenate a mamma».

 

 

Serenate a mamma

O ma’, se quacche notte mi ve ‘nmente
ti vujje fa’ ‘na bella ‘mpruvisate;
t'aja minì a purtà ‘na serenate 
nche stu trombone d' accumpagnamente. 

Ne’ ride, ma’, 
le sacce: lu stumente è ruzze 
e chi le sone nen te’ fiate,
ma zitte, ca se cojje lu mumente,
capace che l'accucchie ‘na sunate.

Quande lu vicinate s'arisbejje,
sentenneme sunà,
forse pu’ dice: vijat'a jsse coma

sta’ cuntente !

Ma tu che mi cunusce nen ti sbejje:
li si ca ugne suffiate è nu suspire, 
li si ca ugne mutive è nu lamente !

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook