Per la prima volta al teatro il capolavoro di Charlie Chaplin

Anche un pò di Guardiagrele nel cast

| di Dario Angelucci
| Categoria: Arte
STAMPA
printpreview

L'American Film Institute lo ha inserito nella classifica delle cento migliori commedie americane di tutti i tempi.

Il Grande dittatore di Chaplin non è un film, ma un grido di amore verso tutta l’umanità. Per questo ogni sua riscoperta, rilettura o attualizzazione è sempre un’occasione preziosa.

Il film venne vietato in quasi tutta l'Europa degli anni ’40, a causa del potere nazifascista che ne proibì la distribuzione (l’autoironia, si sa, non è qualità di chi fa politica). E subì negli anni a seguire infinite censure, anche da noi.  Solo nel 2002 il film è stato ridistribuito integralmente.

 

 

Chaplin rappresentò il grande sonno europeo della ragione, il periodo della messa al bando dei diritti fondamentali dell’umanità. È il primo film in cui Chaplin prende la parola e lo fa con forza e commozione, per parlare di libertà e schiavitù, di disperazione e speranza, con la lucida coscienza di chi aveva già previsto il pericolo della deriva dittatoriale e degli orrori della Shoa. Mai però Il grande dittatore era stato adattato al palcoscenico

 

La bella notizia è che ora, finalmente, gli eredi aventi i diritti dell’opera hanno aperto alla trasposizione teatrale; e a firmare questo primo adattamento d’esordio sono stati Giuseppe Marini e Massimo Venturiello.

Oltre a Venturiello e Tosca, sul palco si sono distinti gli altri bravissimi attori (applauditi da un pubblico entusiasta), e  tra questi il “guardiese” Nico Di Crescenzo nel ruolo del maresciallo Herring. 

Dopo un’affollatissima anteprima la compagnìa è stata di scena al Teatro La Corte di Genova, riscuotendo il successo di critica e pubblico.

In autunno è prevista la nuova Tournè nazionale.

 

 

“Dividere il palco con Massimo e Tosca è un’esperienza che auguro a tutti i miei colleghi. La bravura unita all’umiltà caratterizza i grandi come loro. Onorato di aver cantato i brani del Maestro Mazzocchetti. […] Massimo Venturiello e Tosca hanno già portato i loro spettacoli precedenti anche al Teatro Marrucino di Chieti con grande successo e io ero ad applaudirli in platea. Strana la vita. Credo che la Tournè arriverà anche in Abruzzo. Lo sapremo molto presto.” – Le parole di Nico a Guardiagreleweb.

 

 

 

Nico Di Crescenzo: nato a Guardiagrele (CH), nel 2009 si trasferisce a Roma dove studia presso l’accademia di spettacolo “Corrado Pani” diretta da Pino Insegno; dopo il diploma continua a studiare canto e frequenta vari corsi.

Ha fatto parte di diverse importanti produzioni come i musical Sweeney Todd (Teatro Sala Uno),  Raffaello e la Leggenda della Fornarina (Teatro Salone Margherita) e Georgie il Musical (Teatro Ghione).

Attualmente è impegnato in svariati progetti artistico-culturali, nazionali e esteri.

Da 3 anni, insieme alla Croce Rossa di Guardiagrele, organizza spettacoli a scopo benefico al Teatro Cinema Garden con grande partecipazione della comunità.

 

 

Dario Angelucci

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK