Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Tutto sugli epilatori a luce pulsata: guida pratica

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Fin dall'antichità le donne hanno cercato di limitare la presenza dei peli sul corpo. Sembra, ad esempio, che Cleopatra utilizzasse per rimuovere la peluria in eccesso da braccia e gambe una particolare ceretta a base di zucchero. Oggigiorno, fortunatamente, è possibile contare su un'innovativa tecnologia, che permette di risolvere quasi completamente il problema della depilazione: la luce pulsata, detta anche IPL (dall'inglese Intense Pulsed Light).

In commercio, è possibile trovare una vasta gamma di epilatori di questo tipo, il che può rendere la scelta abbastanza complicata, soprattutto per i consumatori poco esperti. Dunque, che cosa si può fare per individuare il modello più indicato alle proprie necessità? Io ho selezionato il miglior epilatore luce pulsata per le mie esigenze, avendo ben chiari in mente alcuni aspetti fondamentali. Infatti, solo sapendo esattamente come funzionano i vari prodotti e quali caratteristiche presentano, è possibile procedere con le dovute scremature, fino ad arrivare alla soluzione perfetta.

Come funzionano gli epilatori a luce pulsata?

L'efficacia di questo trattamento è data dall'emissione di un fascio di luce policromata ad alta intensità, che si trasforma in calore quando colpisce la melanina, il pigmento che conferisce il colore scuro al pelo. Il forte aumento di temperatura che si genera porta alla degenerazione del bulbo pilifero. Di fatto, il principio d'azione non è dissimile a quello del laser, se non per il fatto che quest'ultima tecnologia agisce su lunghezze d'onda unidirezionali e monocromatiche.

Il momento migliore per utilizzare l'IPL è durante la fase anagen dei peli, poiché la melanina è maggiormente concentrata nel bulbo pilifero. I risultati che si possono ottenere dipendono da diversi fattori, come l'età, il tipo di pelle e le caratteristiche della peluria.

In generale, la situazione ideale è data dalla presenza di cute chiara e peli scuri e spessi. prima di procedere al trattamento, in generale, è necessario portare la peluria ad un'altezza massima di 2-3 mm. Solo, in questo modo, infatti, la luce pulsata può lavorare al meglio. Inoltre, è fondamentale coprire con una matita bianca eventuali cicatrici, macchie della pelle e tatuaggi, così da evitare pericolosi danneggiamenti.

Prevedono controindicazioni o reazioni avverse?

In generale, si può dire che gli epilatori a luce pulsata per uso domestico sono sicuri. Inoltre, nella maggior parte dei casi, non viene percepito alcun dolore, né in fase di utilizzo né una volta finito il trattamento. Tuttavia, alcune persone possono avvertire un po' di fastidio, soprattutto nelle aree ad elevata densità follicolare, e manifestare un leggero arrossamento, che, però, tende a sparire in breve tempo. Tuttavia, molto dipende dalla sensibilità epidermica individuale.

Si consiglia di fare una piccola prova preventiva in corrispondenza di una zona poco esposta del corpo, in modo da appurare gli effetti dell'IPL sulla propria cute. Inoltre, è meglio non utilizzare questo tipo di trattamento durante il periodo estivo, poiché rende la pelle più vulnerabile agli effetti delle radiazioni ultraviolette. In caso, è meglio intervenire nelle zone che non verranno esposte al sole, come inguine ed ascelle, mentre è meglio tralasciare gambe, braccia e viso.

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK