Progetto per Guardiagrele lancia l'allarme: "Ex Pater Montium inutilizzato e nel degrado"

| di Comunicato stampa Gruppo Consiliare di Minoranza "Progetto per Guardiagrele"
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

I Consiglieri del Gruppo Progetto per Guardiagrele un anno fa hanno presentato una proposta, al Sindaco di Guardiagrele Simone Dal Pozzo ed al Presidente del Parco Nazionale della Majella, per l'utilizzo dell'edificio comunale "ex Pater Montium" in località Bocca di Valle, ma a distanza di un anno nessuno ha preso in considerazione la proposta e l'immobile continua ad essere in uno stato di totale abbandono.

La proposta prevedeva la creazione di una vera PORTA DI ACCESSO AL PARCO utilizzando l'edificio comunale da destinare a:

- centro visite con esposizioni;

- centro tecnico scientifico del Parco;

- centro convegni, foresteria/convitto per stagisti, ricercatori e visitatori;

- servizi di accoglienza turistica;

- servizi igienici pubblici;

- locali di esposizione di prodotti tipici e degustazioni;

- nell'area adiacente la creazione di un orto botanico.

Naturalmente anche la possibilità di spostare gli uffici del Parco e della Forestale nello stesso stabile, liberando l'edificio di Via Occidentale che potrebbe essere utilizzato per altre finalità del Comune, istituzionale, sociale, turistico o ricreativo. 

La nostra proposta non ha avuto nessuna risposta da parte dell'Ente Parco, mentre ha avuto, a distanza di 6 mesi, una stringata risposta del Sindaco che ci informava che la Giunta aveva deciso di predisporre un bando per l'affidamento in gestione a privati, per finalità turistico-alberghiera.

Il bando è stato pubblicato il 31 gennaio scorso.

Alla scadenza del bando è stato riscontrato che il Comune di Guardiagrele non ha avuto nessuna offerta, infatti dal verbale di gara del 26.02.2019 il Responsabile del Servizio "dichiara deserta la gara per mancanza di offerte".

Ben venga l’aumento della ricettività ma, vista la situazione di stallo, ecco che la nostra proposta diviene più che valida per valorizzare la struttura e porla al servizio di una strategia turistica ampia.

Ancora una volta del tempo perso per non voler valutare una proposta che vede lontano e che rimette Guardiagrele al centro dell'attenzione per la sua vocazione turistica e naturalistica, visto che è la sede legale del Parco della Majella.

Ancora una volta il Sindaco di Guardiagrele ha perso una occasione per lo sviluppo turistico vero della nostra città.

Intanto l'edificio di proprietà comunale di Bocca di Valle continua a restare chiuso ed a cadere a pezzi, dopo che sono stati spesi migliaia di euro per la sua ristrutturazione e più passa il tempo e più occorrono soldi per la sua manutenzione e rimessa in funzione.

Comunicato stampa Gruppo Consiliare di Minoranza "Progetto per Guardiagrele"

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK