Da Santiago a Gerusalemme sul Cammino di San Tommaso

Tre pellegrini speciali accolti a San Martino sulla Marrucina

| di Ass.ne no profit "Corporazione Sancti Martini"
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

Continua il passaggio di pellegrini a San Martino sulla Marrucina lungo il Cammino di San Tommaso (www.camminodisantommaso.org), all’insegna di nuovi e formativi incontri tra la comunità locale e chi compie questo viaggio religioso, spirituale ed esperienziale da Roma ad Ortona (da San Pietro a San Tommaso), creato dall’associazione ortonese “Il Cammino di San Tommaso”, presieduta dall’instancabile e vulcanico Fausto di Nella. La cittadina martinese è tappa di passaggio e di pernotto grazie alla Corporazione Sancti Martini (www.sanctimartini.it), l’associazione locale che ha creduto sin dai primi anni in questa meritevole iniziativa e che con il suo suggello certifica sulla carta del pellegrino il percorso effettuato in questa tratta. Ieri a San Martino sono arrivati dei camminatori davvero speciali, accolti dai soci della Corporazione e dall'amministrazione comunale, che si è subito attivata per l’accoglienza: David Mantovani (34 anni di Torino), Bruno Dias (portoghese di 36 anni) e Giannina Simonetti (31 anni, cilena di origine veneta), che non solo stanno percorrendo il Cammino di San Tommaso, ma sono partiti il 15 marzo 2017 da Santiago di Compostela, passando per Roma e diretti ad Ortona, per poi ripartire per Brindisi ed arrivare nel 2019 a Gerusalemme (www.marchaporlapaz.org). Un percorso di migliaia di chilometri macinati a piedi, con il solo scopo di divulgare la pace nel mondo. La loro è una marcia libera, sono partiti in 13, qualcuno si è fermato mentre altri si accoderanno durante il viaggio. I tre giovani si fermano di città in città per raccogliere fondi, aiutati dalle persone di buona volontà, senza avere sponsor ma con l’obiettivo di sensibilizzare la gente a combattere lo spreco di cibo. A rendere ancor più straordinario il loro viaggio ci sono dei compagni speciali, tre fantastici asinelli che condividono con i ragazzi la fatica ed il percorso. Non si poteva perdere un’occasione tanto speciale di incontro, accoglienza e crescita personale e per questo l’Amministrazione comunale martinese ha deciso di coinvolgere le scuole locali, che hanno incontrato i pellegrini questa mattina, prima della loro partenza alla volta di Ortona. Gli alunni hanno rivolto moltissime domande ai tre camminatori che sono stati ben felici di raccontare la loro esperienza, facendo conoscere ai bambini anche i loro tre asinelli. Prima di ripartire, i tre ragazzi sono stati accolti in municipio e poi nella sede della Corporazione, dove hanno timbrato la carta del pellegrino, lasciando un gradito e sentito regalo per all’associazione.   

(Foto di Giovanni De Sanctis e Mauro Di Federico). Nelle immagini: la lunghissima "compostela", la carta con i timbri di tutti i pernotti da Santiago a San Martino sulla Marrucina; gli alunni delle scuole martinesi incontrano i pellegrini;  

Ass.ne no profit "Corporazione Sancti Martini"

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK