Centro Diurno "Il Nodo": incontro per la gestione del famigliare con malattia

| di Elena Colasante
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

Molteplici sono le attività che il Centro Diurno "Il Nodo" svolge in favore delle famiglie che assistono un familiare con problemi di demenza ed in particolare di Alzheimer.

Il giorno venerdì 13 Luglio, dalle ore 17.00 nel Centro Diurno “Il Nodo”, si terrà un primo incontro di informazione per la gestione del familiare con difficoltà cognitive.

La partecipazione sarà completamente gratuita e nell’occasione si tratteranno tutte le problematiche che riguardano gli aspetti quotidiani e le criticità che spesso possono essere legate a tale patologia.

Per l’occasione tutto il personale de “Il Nodo” (Coordinatore, Assistente sociale, Psicologi e operatori socio sanitari) sarà a disposizione per rispondere alle varie domande riguardanti l’oggetto dell’incontro.

Riteniamo tali eventi di fondamentale importanza soprattutto per i familiari, in quanto è importante aiutarli e sostenerli nelle attività di assistenza e di cura che quotidianamente devono offrire al proprio anziano. È importante che tra la persona e il familiare, venga mantenuto un legame stretto, un nodo capace di supportarli durante tutto il corso della malattia, in quanto quest’ultima grava soprattutto sull’impegno del caregiver.

Infatti questi eventi permettono al familiare di gestire al meglio i problemi quotidiani e assistenziali che incontrano, in modo anche da conoscere il più possibile le fasi della malattia e i disturbi ad essa associati, affinché venga dato il giusto nome ai segnali che la persona invia. Il caregiver deve nei confronti del proprio familiare mettere in atto un atteggiamento rassicurante, paziente ed accogliente. Inoltre di grande interesse è anche il tipo di atteggiamento che bisogna avere anche nella gestione quotidiana delle necessità primarie, come ad esempio l’igiene personale. In quest’ultimo caso, è importante sensibilizzare il familiare su come curare l’igiene personale del proprio anziano, mettendo in atto un aiuto mirato, in modo che quest’ultimo possa partecipare attivamente al proprio igiene. Tutto questo permette alla persona di conservare più a lungo possibile le sue capacità, aumentando anche il suo senso di autostima e autodeterminazione.

Nel futuro diverse sono le altre attività che verranno organizzate per informare, sensibilizzare e far conoscere meglio l’importanza di una sana gestione dell’anziano, infatti stiamo definendo un calendario di incontri che svolgeremo coinvolgendo tutti i comuni, realizzando una vera e propria campagna di informazione sul territorio, far conoscere le problematiche, come poter gestirle, ma soprattutto conoscere, perché conoscere vuol dire imparare ad affontarle.

Elena Colasante

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK