Guardiagrele 11esima patria dello Slow Food

Il 17 gennaio cena a tema al ristorante Villa Maiella

| di Chiara Pirani
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

Continua a presentarsi come uno dei luoghi che ospitano il patrimonio culinario più buono di sempre: il nostro Abruzzo e, in modo particolare, il borgo che ci accoglie, la culla delle nostre radici, Guardiagrele, si presenta ancora una volta come lo scenario perfetto per ospitare la nuova Condotta Slow Food.

 

E quale luogo migliore per ridare al cibo il valore che merita, stabilendo un perfetto equilibrio tra la passione e il rispetto per l'ambiente di chi produce e le meraviglie che il territorio stesso offre, se non uno dei borghi più belli d'Italia?

Situata a metà tra mare e montagna e nota per i sapori che racchiude, la nostra Guardiagrele e, nello specifico, il ristorante Villa Maiella della famiglia Tinari, che attira costantemente un numero eccezionale di visitatori e appassionati, curiosi di assaporare i gioielli della cucina guardiese e non solo, sarà la location in cui mercoledì 17 gennaio, a partire dalle ore 20, verrà presentata ufficialmente la nuova Condotta Slow Food, alla cui presentazione prenderà parte anche il presidente di Slow Food Abruzzo-Molise Eliodoro D'Orazio.

Si tratta dell'undicesima zona prescelta per ospitare la nuova condotta nella regione Abruzzo: il ruolo rivestito dal nostro borgo contribuirà ad accrescerne il pregio, promuovendo la riscoperta dei valori più importanti che caratterizzano il cibo, primo tra tutti la genuinità.

 

Protagonista della giornata di mercoledì 17 sarà una cena a tema, dedicata al "Porco nero", creata nell'ambito di "Menu for Change", campagna che invita a portare in tavola cibo locale e di stagione, al fine di ridurre l'impatto ambientale.

Leggendo attentamente il menu, si possono già iniziare ad assaporare i salumi provenienti direttamente dall'allevamento di Peppino Tinari, titolare di "Villa Maiella", un vero e proprio vanto per tutto il popolo abruzzese.

Si prosegue con un antipasto a base di cotiche e fagioli; due primi, i ravioli di mandorle alla gricia e i rigatoni al ragù di ventricina, uno dei salumi tipici della zona; due secondi, cioè pancetta fondente e controfiletto di lardo e verza, per chiudere in bellezza e bontà con un delizioso gelato alla zucca e con il classico torrone Aelion, a base di mandorle, arancia candita e cannella, un gioiello che porta ancora una volta il marchio guardiese.

 

Per assecondare l'acquolina in bocca, che già comincia a farsi sentire, per ulteriori info e prenotazioni, vi lasciamo i seguenti contatti: 0871 809319 oppure info@villamaiella.it.

 

Non perdete questo appuntamento con il gusto, per assaporare il cibo in tutta la sua straordinaria semplicità e genuinità.

Chiara Pirani

Contatti

redazione@guardiagreleweb.net
mob. 329.8582692
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK